Dittico con suntuosi disegni stile Gondar – Etiopia

330.00

Icona lignea  
Materiale legno e pigmenti naturali
Riferimento storico seconda metà XX° secolo
Provenienza Nord Etiopia

1 disponibili

Descrizione

Bellissima icona con apertura a libro in stile gondarino, Amhara area.

La rappresentazione è la più classica d’Etiopia con Natività e San Giorgio che uccide il drago il Santo Patrono dell’Etiopia.

Nelle rappresentazioni iconografiche dell’Etiopia i cattivi vengono sempre rappresentati di lato con un solo occhio visibile, a simbolo di poca chiarezza e rappresentando persone di cui non fidarsi. In questa icona solo il drago viene rappresentato in questo modo.

Sul pannello a destra rappresentante San Giorgio, alla destra del santo c’è Birutawit la Fanciulla, vestita con una lunga veste azzurra. È appollaiata su un albero le cui foglie sono rappresentate da cerchi irregolari di verde. L’iconografia della fanciulla salvata è sorta nelle icone etiopi di San Giorgio nel XV secolo. La sua posa, il vestito e l’equipaggiamento evocano l’immaginario dei nobili guerrieri etiopi, collocando la storia del potente santo nell’Etiopia stessa.

Sul lato principale, il pannello principale presenta Maria e Gesù Bambino affiancati da due arcangeli. Porta il Bambino Gesù sul lato sinistro e tiene una mappula (fazzoletto) nella mano sinistra, che è uno status symbol etiope. La sua ampia veste blu, bordata di giallo e verde, le copre i capelli. Un alone giallo circonda la testa di ogni figura. La Vergine con l’altra mano indica un simbolo tipico nell’iconografia etiopica che si pensa sia dovuta ad un’ispirazione di una copia gesuita di un’incisione italiana di un’icona di Santa Maria Maggiore.

Pezzo top!

 

Informazioni aggiuntive

Peso 0.560 kg
Dimensioni 33 × 33.5 × 3 cm

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Dittico con suntuosi disegni stile Gondar – Etiopia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.